Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/257: AL PLAYERS CHAMPIONSHIP TRIONFA RORY MCILROY

In Florida il torneo considerato il "quinto major"


FLORIDA - È questo il torneo tra i più attesi del PGA Tour, considerato quasi un quinto major. L’evento ha il montepremi più alto al mondo, ben 12,5 milioni di dollari, con prima moneta di 2.250.000. Oltre a questi, sono in palio 600 punti per la FedEx Cup, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Uno studio tra le aziende del settore

LEGNO-ARREDO PUNTA SUL VERDE

Prodotti "ecologici" e informazione contro la crisi


TREVISO - (mz) Il legno arredo trevigiano punta sul “low cost” di qualità e sulla sostenibilità ambientale: un segmento che vale già oggi tra il 30 e il 40 per cento del mercato. Per fronteggiare la crisi le aziende sono impegnate a controllare anche le fasi post-produzione: troppo tardi creare una catena commerciale, l'obiettivo è informare il consumatore finale per sensibilizzarlo all'acquisto di prodotti ecocompatibili.

Una ricerca, promossa dall'Ires, in collaborazione con Fillea Cgil e Federlegno, ha sondato sette aziende del settore tra Veneto e Friuli: l'utilizzo di materie prime certificate e di processi produttivi meno inquinanti può rappresentare un fattore di successo competitivo e può essere attuato anche dalle pmi. Oltre ad avere risvolti benefici sull'occupazione. Ai nostri microfoni la curatrice dell'indagine, la ricercatrice dell'università di Padova, Valentina De Marchi.