Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Cna chiede di abolire la norma

"L'ANTICIPO MI ROVINA"

Artigiano di Asolo contro la trattenuta sulle fatture


TREVISO – (mz) “La ritenuta anticipata sulle fatture sta uccidendo la mia azienda”. Il grido d’allarme arriva da un imprenditore artigiano di Asolo, Juri Bianchin, titolare della ditta edile “Nova Restauri”. Sotto accusa la norma, prevista dall’ultima Finanziaria, secondo cui il 10 per cento dell’importo pagato alle aziende per i lavori di ristrutturazione o risparmio energetico, che godono di incentivi fiscali, deve essere versato immediatamente come ritenuta d’acconto Irpef. Le somme andranno poi a conguaglio con la dichiarazione dei redditi dell’anno successivo. Con la crisi attuale e le difficoltà ad incassare, dover anticipare anche 10- 20 mila euro di liquidità rischia però di avere effetti devastanti sui bilanci. “La ritenuta del 10% cancella tutto l’utile, sto lavorando a copertura spese. In questo modo ci stanno mandando in rovina”, denuncia l’imprenditore, sostenuto dalla Cna asolana: secondo l’associazione il problema è comune a moltissime piccole aziende dell’edilizia trevigiana. Senza contare il paradosso, ribadiscono alla Cna, di obbligare a pagare le tasse un anno prima della dichiarazione fiscale. Per questo l’organizzazione chiede di abolire la disposizione.