Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scene da saloon in via Pinelli ieri sera

RISSA E FUGA SUI BINARI

Malmena agente e rischia di esseretravolto dal treno


TREVISO - (nc) Ubriaco da il via ad una violenta rissa con alcuni connazionali marocchino, ferisce lievemente un agente di Polizia durante una collutazione e poi scappa passando attraverso i binari e rischiando di essere travolto dal treno in transito. Una fuga inutile quella di un 31enne magrebino protagonista giovedì sera di una lite che ha costretto la Polizia e la Polfer ad intervenire nei pressi di via Pinelli: prima di scappare attraverso la vicina linea ferroviaria, inseguito da un poliziotto che ha poi dovuto desistere, l'uomo aveva infatti consegnato agli agenti la sua carta di identità. Quando verrà rintracciato gli verranno notificate una lunga sequela di denunce: per resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio, minacce e lesioni. Fermati e denunciati altri due partecipanti alla zuffa: sono due marocchini di 30 e 31 anni.