Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Barbiero:"Le politiche attuali non aiutano le aziende"

LAVORO: LA CRISI NON PASSA

Nella Marca sono oltre 7000 i licenziati nel 2010


TREVISO - (st) Sono più di 7 mila i licenziati quest'anno nel territorio della Provincia di Treviso: la crisi occupazionale della Marca non sembra voler passare, questo è quanto emerge dalla ricerca compiuta dall'Ufficio Studi della Cgil di Treviso. Dall'inizio dell'anno sono 4.658 espulsi dal sistema delle piccole imprese, 2.347 provenienti invece dalle medie e grandi aziende. Solo nell'ultimo quadrimestre i licenziati sono stati in totale 2.316, contro i 1.515 dei quattro mesi precedenti: dato sempre più allarmante. Le aziende interessate da cassa integrazione straordinaria per crisi avviata nel corso del 2010 sono, ad oggi, 175 per un totale di 7.801 lavoratori, 69 di queste procedure riguardano la totalità dei dipendenti dell'azienda, un segnale di una fortissima difficoltà che conduce, nella maggioranza dei casi, alla chiusura dell'azienda stessa. I settori più colpiti sono il metelmeccanico, tessile e quello del legno arredo. "La crisi occupazionale - afferma Paolino Barbiero, segretario della Cgil di Treviso - deve essere affrontata con misure straordinarie, che partono dagli ammortizzatori per arrivare a politiche più incisive che consentano di mettere in atto un minimo di ripresa, ma – aggiunge- la direzione che si sta prendendo è un'altra: tagli ai trasferimenti verso i Comuni, Patto di Stabilità che congela gli investimenti pubblici, la contrazione della spesa sono tutti fattori che non permettono alle aziende di uscire dalla crisi, anzi le spingono ancora più in fondo nel baratro”.