Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Blitz della squadra mobile a San Pelajo

DROGA SUL TETTO DEL VICINO

E' un mix di cocaina e anfetamine, sarà analizzato


TREVISO - (nc) Un mix di cocaina e anfetamina, forse un nuovo tipo di droga simile al mefedrone che venne scoperto qualche mese fa dalla squadra mobile di Treviso e che portò un giovane assuntore al coma. Saranno in ogni caso le analisi del centro tossicologico di Venezia a stabilire di che natura sia la sostanza rinvenuta la settimana scorsa, nascosta nei pressi di una canaletta di scolo nelle campagne trevigiane e che portò all'arresto di un giovane studente universitario di 21 anni. A quel sequestro martedì si è aggiunto un secondo blitz: questa volta la Polizia ha rinvenuto sacchetti probabilmente della medesima sostanza, marijuana ed altro materiale nascosto sul tetto (in un astuccio ed altre borse di plastica sotto i coppi)  dell'abitazione di un ignaro residente di San Pelajo. A scegliere quel nascondiglio è stato probabilmente lo studente pusher che vive poco distante. Complessivamente le due operazioni hanno portato al ritrovamento di 7 etti di questo mix di droghe che veniva venduto per 30 euro a dose. Gli acquirenti? Sarebbero giovani e giovanissimi studenti secondo gli investigatori. L'assunzione di questa droga porterebbe al'aumento del livello di attenzione e di concentrazione ma pesantissime sono le ricadute quando smette di fare effetto.

Galleria fotograficaGalleria fotografica