Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla serata 1500 euro raccolti per beneficenza

BURRACO A VILLA SOLIGO

Imperversa nella Marca il gioco di carte uruguaiano


FARRA DI SOLIGO - (pp) In un panorama di parziale dismissione del gioco delle carte, questo “burraco” invece imperversa. Non si contano in Italia i circoli di “burraco”, che sfornano tornei a tutto spiano. C’è tanto di federazione italiana, con esperti ed arbitri, e combattutissimo campionato nazionale. In realtà è un gioco simpatico, della famiglia della pinnacola, originario dell’Uruguay; deve la sua fortuna al fatto di essere abbastanza semplice; può essere giocato indifferentemente in due, tre, quattro, cinque persone (più frequentemente in gruppi di due coppie), e nonostante la sua semplicità, vede vincitore chi ha buona memoria e presta attenzione al gioco. Si sente sovente dire che è solo questione di fortuna. Certo un po’ di fortuna non guasta, ma a gioco lungo vince la testa. Particolare simpatia godono i tornei per beneficenza dove il gioco si svolge meno combattivo. Uno di questi si è tenuto domenica 12 nella preziosa cornice dell’hotel Villa Soligo di Farra.

La scaletta: Accreditamento coppie h. 15.30, inizio torneo h 16.00 - quattro turni di quattro smazzate della durata di 45 minuti – cena - premiazione dei vincitori con piccolo giallo nell’attribuzione del premio per la coppia ultima qualificata (bello ma che nessuno desiderava vincere) – lotteria - intrattenimento di comicità. I partecipanti (120 persone di buona educazione e gradevoli nello stare insieme), hanno goduto di un pomeriggio e di una serata divertenti. Va certamente lodata la classe di Florio Dal Cin che è riuscito ad organizzare il tutto con maestria: la scelta degli invitati - il reperimento degli sponsor che hanno offerto una montagna di premi (premiate le prime 10 coppie più l’ultima) - il coinvolgimento della direzione del ristorante che, intendendo far bene la sua parte in una manifestazione con nobile finalità, ha preparato per cena i piatti del territorio con cura e dovizia - il simpaticissimo intrattenimento che ricordava l’antico filò (un personaggio che con le sue battute ha fatto più volte ridere fragorosamente gli ospiti meritando battimani a più riprese). Il denaro raccolto per la beneficenza (più di 1.500 €), è stato devoluto a 5 famiglie del circondario, segnalate e testimoniate dagli stessi giocatori.

E’ il caso di dire che si può fare beneficenza divertendosi.


Galleria fotograficaGalleria fotografica