Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fortuni:"Scelta strategica,per loro c'è la mobilità"

CISL:"INUTILE DEMOGOGIA"

Per 84 lavoratori Diadora richiesta cig rifiutata


TREVISO - (st) “Che la situazione dell’occupazione in provincia di Treviso sia in forte tensione non c’è dubbio, ma non si può usare questa crisi per un’inutile e quanto mai sterile demagogia politica”. La segreteria della Cisl di Treviso e quella regionale interviene sulla richiesta non approvata della Cig in deroga per gli 84 lavoratori della Diadora. “I lavoratori dell’industria - aggiunge Giulio Fortuni, segretario regionale Cisl con delega all’industria - hanno avuto fino ad ora una larga copertura, a differenza dei lavoratori del settore artigiano. I lavoratori della Diadora non verranno lasciati soli neppure di fronte alla chiusura dell’azienda, usufruiranno della mobilità, che dura un anno fino a 40 anni di età e due dopo i 50. L'accordo fatto con la Regione, firmato dalla Cisl, allunga questi periodi di 12 mesi, quindi di un ulteriore anno e, nel caso di ultracinquantenni vicini alla pensione, di due anni”. Insomma questa scelta di non accogliere la richiesta di Cig sembra essere strategica: meglio usare la cassa integrazione in deroga per chi come i lavoratori del piccolo commercio, dell'artigianato e dei servizi non godono delle tutela di sostegno del reddito dato proprio dalla mobilità.