Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Occupazione in calo del 10%

CREDITO PUBBLICO DELL'EDILIZIA

Le imprese trevigiane avanzano oltre 50 milioni


TREVISO - (mz) Le imprese trevigiane di costruzioni avanzano tra i 50 e i 60 milioni di euro da Comuni e altre amministrazioni pubbliche. Il saldo di lavori già eseguiti e non ancora pagati a causa dei noti vincoli finanziari che attanagliano gli enti locali. Ad eseguire il conteggio è l'Associazione nazionale costruttori edili di Treviso: inutile dire, spiegano i vertici dell'organizzazione, che incassare questa cifra rappresenterebbe una corroborante boccata d'ossigeno per un settore non risparmiato dalla crisi. Dopo le piccole ditte, impegnate come subappaltatori, ora lo stallo del mercato sta iniziando a pesare anche sulle imprese di maggiori dimensioni: negli ultimi mesi si sta registrando una flessione degli occupati intorno al 10 per cento. E le previsioni per il 2011 non si annunciano rosee. Proprio per cercare di venire incontro alle difficoltà delle imprese, l'Ance trevigiana ha siglato una convenzione con la banca Antonveneta: l'istituto “anticiperà” il credito vantato dalle aziende nei confronti degli enti pubblici, oltre ad una serie di altri finanziamenti a condizioni agevolate. Ai nostri microfoni il presidente provinciale dell'Ance, Claudio Cunial, e il responsabile dell'area Triveneto Est della banca, Nello Foltran.