Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Denunciato un operaio 22enne di Conegliano

IN AUTO CON LE BOMBE

Residui bellici per fabbricare botti per capodanno


VILLORBA – (gp) In caso di incidente sarebbe potuto anche saltare in aria vista la quantità di polvere da sparo che trasportava sul tappetino del sedile posteriore della sua Alfa 159. Una pessima idea quella che era venuta a un 22enne operaio incensurato di Conegliano, fermato per un controllo stradale la notte tra il 25 e il 26 dicembre a Villorba lungo la Pontebbana dai carabinieri di Treviso: il giovane, utilizzando la polvere esplosiva contenuta in alcuni residuati bellici, intendeva fabbricare dei botti per capodanno. Un gesto che gli è costato la denuncia a piede libero per detenzione di armi da guerra. I carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato nell'auto del ragazzo una bomba a mano, un proiettile da mortaio, un'ogiva, 10 cartucce di vario calibro e circa 3 chili di palettoni in acciaio. Vista la quantità di materiale in possesso del giovane, i militari hanno poi eseguito una perquisizione nella sua abitazione rinvenendo altre 2 bombe a mano, un altro proiettile da mortaio, altre due ogive e altre 11 cartucce di vario calibro. Tutto il materiale, come disposto dall'autorità giudiziaria, è stato consegnato a personale specializzato della Procura per gli accertamenti del caso sull'effettiva pericolosità delle armi, tutte peraltro in pessimo stato di conservazione. Ai nostri microfoni il commento del comandante dei carabinieri della compagnia di Treviso, il capitano Claudio Papagno.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica