Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tagli e patti di stabilità: ne risentono i cittadini

"LA CNA VICINA AI SINDACI"

Conte: " La situazione è insostenibile per i Comuni"


TREVISO - (st) “Siamo a fianco dei sindaci. Le istituzioni della Marca e le associazioni imprenditoriali devono unirsi per chiedere più equità a Roma, pena il degrado del nostro territorio” questo è il commento di Alessandro Conte, il Presidente della Confederazione Nazionale degli Artigiani della sezione di Treviso a proposito della serrata di alcuni Municipi della Marca per un giorno come protesta per i troppi tagli imposti da Roma e patti di stabilità che bloccano le casse comunali. Infatti i Comuni del trevigiano, già penalizzati per i trasferimenti statali, subiranno nel corso del 2011 tagli per 20 milioni di euro e di 32 milioni nel 2012 e 2013, tutto questo accompagnato dalla necessità di rispettare il patto di stabilità che lega ancor più le mani ai primi cittadini della Marca. Tagli ai servizi, aumento delle tariffe che i Comuni saranno costretti a mettere in atto quest'anno, blocco delle opere pubbliche che appesantisce la crisi dell'edilizia e dei settori collegati, ritardi nei pagamenti alle aziende che svolgono lavori commissionati dalle Giunte, tutto questo rende la situazione davvero clamorosa secondo il Presidente Cna Conte che conclude: “Chiediamo che vengano concesse delle deroghe speciali al rispetto del Patto perché oggettivamente alcune situazioni specifiche sono insostenibili”

 



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
12/01/2011 - Comuni chiusi, contro chi?