Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scoperto dalla Polizia a Conegliano

CADAVERE NELL'APPARTAMENTO

Nessun segno di colluttazione: sospetta overdose


CONEGLIANO - Trovato morto, nel suo appartamento, forse per un'overdose. La Polizia ha individuato a Conegliano il cadavere di un uomo: si tratta del cinquantenne Ovidio De Martin Mazzolon. Era privo di vita della sua abitazione: l'assenza di ferite e lividi sul corpo sembrano escludere una morte violenta, inducendo gli inquirenti a propendere piuttosto per un abuso di sostanze stupefacenti. A mettere in moto le ricerche era stato un amico della vittima, che, non sentendola da giorni, si era rivolto alla Polizia locale della città del Cima. Della questione è stato interessato il commissariato di Conegliano della Polizia di Stato, già sulle tracce di Mazzolon dopo che questi era rimasto coinvolto in un pestaggio. Gli agenti, grazie alla collaborazione dei Vigili del fuoco, hanno forzato la porta della casa dell'uomo, facendo la macabra scoperta.