Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Questa notte alla tabaccheria di via Palestro

ATTACCO D'IRA, ROMPE VETRINA

Distributore di sigarette beffa 42enne trevigiano


TREVISO - (nc) Il distributore di sigarette non gli rende né il tanto sospirato pacchetto e neppure i venti euro inseriti nella macchina, lui, in preda all'ira, colpisce con un pugno la vetrina e fa razzia di quel che trova. L'episodio risale all'una della scorsa notte; alla ricerca di sigarette un 42enne trevigiano si avvicina alla tabaccheria di Ca' dei Carraresi di via Palestro. Inserisce nel distributore la tessera sanitaria, il denaro ma qualcosa non va: la macchina, probabilmente guasta, non da le sigarette e soprattutto non restituisce il denaro. L'uomo a questo punto perde le staffe, scaglia un pugno che sfonda la vetrina e fa piazza pulita di quel che trova. Prima di dileguarsi, con una mano sanguinante, riuscirà ad infilare nella sua borsa a tracolla un posacenere in metallo, alcuni mazzi di carte ed un liquore. Il trambusto attira però l'attenzione di alcuni residenti che subito avvertono la Polizia: la volante rintraccerà il 42enne poco distante. Denunciato per furto aggravato e costretto a risarcire i danni procurati, l'uomo ha spiegato di essere stato colto da un forte attacco d'ira. E per calmarsi non ha neppure potuto fumare una sigaretta.