Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Acquisite immagini, indaga la Polizia

DUE RAPINE, UN SOLO BANDITO

Venerdì sera rapine a Susegana e Conegliano


CONEGLIANO - (nc) Un doppio colpo studiato e pianificato da un bandito certamente italiano, forse un pendolare delle rapine. Proseguono serrate le indagini degli agenti del Commissariato di Conegliano e della squadra mobile di Treviso per dare un volto al malvivente che venerdì sera ha assaltato il discount “Dipiù” di Susegana e poco dopo il “Penny market” di Conegliano. Travisato da un passamontagna, armato di una piccola pistola, di bassa statura, tarchiato e corpulento: così è descritto l'autore dei due colpi. L'uomo si sarebbe servito di un complice che gli avrebbe fatto da palo all'esterno favorendone la fuga a bordo di un'auto. Acquisite le immagini delle telecamere presenti nei pressi dei due market presi di mira e le testimonianze dei presenti oltre a tracce biologiche ed impronte. Al “Dipiù” l'uomo ha fatto irruzione quando all'interno erano ancora presenti alcuni clienti; prima ha puntato la pistola contro la cassiera dicendole “Stai ferma, stai ferma” e arraffando circa 1500 euro presenti in un cassetto. Al “Penny market”, per favorirsi la fuga il malvivente aveva legato con del fil di ferro una porta laterale. Qui il negozio era ormai chiuso ed il bottino è stato certamente più modesto con parte del denaro che è stato perso per strada dal malvivente. Il vicedirettore del market ha anche cercato di inseguire e bloccare il bandito ma questi lo ha fatto desistere puntandogli contro la pistola.