Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra un'azienda trevigiana e una pordenonese del tessile

IMPRESE IN RETE

Uno dei primi contratti in Italia per l'aggregazione


TREVISO - (mz) La Marca fa da apripista nell'applicazione del nuovo “contratto di rete”. Lo strumento è stato introdotto nella legislazione nel 2009, per favorire la collaborazione tra imprese: finora, però, è stato utilizzato in rarissimi casi in Italia e mai in provincia. A colmare la lacuna, approfittando delle opportunità offerte da questa normativa, ci hanno pensato due aziende del settore tessile: la Timavo & Tivene S.r.l. di Vazzola e la Friultex S.r.l. di Azzano Decimo, nel pordenonese. La prima, con un fatturato di quasi 20 milioni, opera da oltre 50 anni nella nobilitazione dei tessuti, tanto da essere leader di questa lavorazione in conto terzi. Friultex, invece, è specializzata nella produzione di tessuto grezzo, con ricavi per circa 8 milioni. Nei giorni scorsi le due imprese, con l'assistenza di Unindustria Treviso, hanno dato vita a “Rete maglia italiana”. L'intento è quello di migliorare la competitività e ottimizzare i costi, condividendo ricerca, strategie di approvvigionamento delle materie prime e semilavorate, sviluppo della qualità dei prodotti. Ma anche avere più forza per accedere al credito e per le attività di promozione commerciale. I due firmatari puntano ad estendere l'accordo ad altre imprese complementari della filiera, mentre l'associazione degli industriali, come ricorda il presidente Alessandro Vardanega, è impegnata a diffondere questa e altre forme di aggregazione anche in altri comparti.