Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra un 53enne trevgiano per violenza sessuale

ABUSO' DEI FIGLI, IN AULA

Diversi gli episodi contestati: lui nega tutte le accuse


TREVISO – (gp) Si dovrà ripresentare martedì prossimo in aula il padre trevigiano di 53 anni finito alla sbarra con la pesante accusa di aver abusato dei suoi due figli. Diversi gli episodi contestati dal sostituto procuratore Valeria Sanzari, le cui indagini sono iniziate dalla denuncia sporta dalla madre dei ragazzi e moglie dell'imputato nel periodo in cui era in corso la causa di separazione dal marito. Una storia di presunte violenze che si sarebbe consumata nel tempo, e che è venuta alla luce soltanto nel 2008. L'uomo, secondo l'accusa, avrebbe abusato del figlio minore nel corso del 2006 quando aveva appena nove anni. Nessun rapporto completo è stato contestato, ma soltanto, si fa per dire, palpeggiamenti spinti a chiaro sfondo sessuale. L'inchiesta della Procura è durata diversi mesi e la presunta vittima delle violenze è stata sentita dagli inquirenti in sede di incidente probatorio avvenuto nel 2009, a seguito del quale anche l'altro figlio, ora ventiduenne, si sarebbe ricordato che il padre avrebbe abusato anche di lui nel lontano 2000, quando di anni ne aveva 12.  Un ricordo che aveva rimosso e che secondo la difesa non corrisponderebbe a realtà. L'uomo, difeso dagli avvocati Andrea Angeletti e Chiara Bortoletto, ha infatti sempre respinto le accuse decidendo di andare a processo proprio per chiarire la sua posizione, evitando di scegliere riti alternativi il cui significato sarebbe stato uguale a un'ammissione di colpa. Ma per la difesa, che punta a definire la strumentalità delle accuse, fatti del genere non si sarebbero mai verificati.