Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Operazione di Polizia locale e Guardia di Finanza

CIBO AVARIATO, MAXI SEQUESTRO

In un market cinese anche grappa di contrabbando


TREVISO - (mz) Quasi sei quintali di cibarie cinesi avariate sotto sequestro. E' questo l'esito di un'operazione congiunta della Polizia Locale e della Guardia di Finanza di Treviso. Martedì mattina, poco prima delle 8, gli agenti della Municipale stavano sorvegliando il traffico in viale Montegrappa e facendo attraversare i ragazzi della vicina scuola media, quando sono stati insospettiti da un furgone di passaggio. Sospetti fondati: il mezzo, guidato da un cittadino cinese, F. W. Di 39 anni, conteneva numerosi prodotti alimentari scaduti o senza etichetta. Non solo, sotto i sedili nascondeva delle tanichette di un distillato cinese di contrabbando: proprio per questo motivo sono state coinvolte anche le Fiamme Gialle. L'uomo, titolare di una licenza di commercio ambulante, è risultato essere pure socio di un minimarket, gestito dal 2005 insieme alla cognata, C. X., di 34 anni, anch'ella originaria della Repubblica popolare. La perquisizione del negozio, situato in viale Nino Bixio, ha portato a scoprire 340 chilogrammi di alimenti fuori norma: sugli scaffali anche delle merendine completamente ricoperte di muffa o della pancetta secca scaduta nel 2009. E poi insaccati, pesce, pasta in pessimo stato di conservazione, e con etichette solo in cinese o del tutto mancanti. Nel bancone macelleria e nelle celle frigorifere erano stipati altri 250 chilogrammi di carne, soprattutto di maiale, in pessime condizioni igieniche. Tutto sequestrato: il punto vendita era particolarmente fornito perchè proprio in questi giorni cade il capodanno cinese. L'esercizio per ora non è stato chiuso, in attesa delle verifiche dell'Usl. Per i due, già protagonisti di una analoga vicenda qualche anno fa, invece una sanzione complessiva da 12mila euro, ma anche possibili risvolti penali: se le analisi sulla grappa evidenzieranno la presenza di sostanze nocive, si prefigura il reato di frode alimentare.

Ai nostri microfoni, Federica Franzoso, comandante della Polizia Locale, il capitano Massimiliano Di Battista, comandante della Compagnia di Treviso della Guardia di Finanza e il maresciallo Alberto Salemma, comandante del Nucleo mobile delle Fiamme Gialle trevigiane.


Galleria fotograficaGalleria fotografica