Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Fornì a coppia cinese documenti falsificati

MUTUO, ATTI "TAROCCATI"

Montebelluna, mediatore immobiliare nei guai


CROCETTA DEL MONTELLO - Per ottenere un mutuo in banca presentano un documento “taroccato” che gli era stato fornito da un agente immobiliare, un 37enne montebellunese: ad essere raggirati due coniugi cinesi. Marito e moglie si erano affidati all'uomo per sbrigare le pratiche burocratiche per l'acquisto di un'abitazione: tra la documentazione anche un “certificato di residenza e parentela”. L'atto, grossolanamente taroccato, ha subito insospettito un operatore della filiale Unicredit di Crocetta del Montello a cui la coppia stava formalizzando l'accensione di un mutuo da 120mila euro. Una telefonata all'ufficio anagrafe del Comune chiarisce tutto. L'atto, cui non era stato cambiato il numero di registro, era in realtà di proprietà di un marocchino 39enne. Sia lui che il 37enne sono stati denunciati per concorso in falsità materiale in atto pubblico. Secondo quanto accertato dai Carabinieri il magrebino avrebbe ceduto il documento al mediatore immobiliare che a sua volta l'aveva inserito, opportunamente “taroccato”, nell'incartamento della coppia cinese, assolutamente inconsapevole del raggiro. Al vaglio dei militari ci sono ora altre operazioni “sospette” che coinvolgerebbero l'agenzia che fa capo al 37enne. Ai nostri microfoni interviene il capitano Nicola Fasciano, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Montebelluna.