Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Progetto di cooperazione internazionale made in Treviso

TRATTORI PER IL SENEGAL

Gli agricoltori della Cia raccolgono attrezzi per l'Africa


TREVISO - (mz) Pale, forche, carriole, aratri, erpici, magari qualche trattore. E poi sementi, teli, reti ombreggianti: tutto quello che serve per coltivare campi e orti. Attrezzi che spesso le aziende locali non usano più, ma che possono essere utilissimi ad esempio in Africa. La Cia – Confederazione italiana agricoltori di Treviso lancia un progetto di cooperazione a favore dei contadini del villaggio di Silinkine, nella regione di Casamance, nel sud del Senegal: ma anziché chiedere alle imprese associate un contributo in denaro, l'associazione sollecita la donazione di attrezzi ancora in buono stato. L'iniziativa non si limita alla solidarietà ma rientra in un programma di cooperazione internazionale attivo da alcuni anni e vede la partecipazioni di numerose associazioni di volontariato e degli immigrati senegalesi in Italia, oltre che del Comune di Fregona e della Regione.

Ai nostri microfoni, Denis Susanna, presidente provinciale della Cia, e Bourama Manga, presidente dell'associazione Diamoral, capofila del progetto.