Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In semifinale di coppa Cev ecco i polacchi del Resovia

LA SISLEY SPEGNE LA "SETE"

Semifinale di ritorno al cardiopalma, vince Treviso 3-2


TREVISO - La Sisley sbanca il "Louis Marty" e vola in semifinale di coppa Cev. Ancora una volta serve il tie break per sconfiggere questo Arago, formazione davvero difficile e mai doma. Tra due settimane sfida ai polacchi dell'Asseco Rzeszow (squadra degli italiani Cernic e Baranowicz e allenata dal padre del palleggiatore di Monza, Ljubo Travica).

Sisley senza Fei, Arago senza Simovski, alla fine ha la meglio la Sisley con il solito grande muro (ben 23 contro 6), ma superlativa anche la prova di Maruotti in tutti i fondamentali. 

La gara. Primo set sempre condotto dai trevigiani, a parte lo 0-2 iniziale. L'allungo già sul 10-4 con le battute di Maruotti e il muro, poi respinto il tentativo di rimonta transalpino 14-15, e si chiudeva con un agevole 25-20 propiziato dagli attacchi di Kovar e del solito buon muro.

Nel secondo parziale i francesi partivano a mille all'ora (11-8) grazie alla difesa e conducendo sempre le danze. La Sisley pareggia (14-14) ma Mistoco sembra indiavolato e l'Arago impatta. Il terzo set è un monologo orogranata, con il vantaggio che cresce di azione in azione e al secondo tempo tecnico siamo 16-9. Il muro e il servizio demoliscono i francesi che perdono 25-13 ma non si arrendono, e con un set speculare a quello dei trevigiani restituiscono pan per focaccia portando al gara al quinto set (25-19), e il Louis Marty è una bolgia. La squadra di Piazza, nel momento di maggiore difficoltà, ritrova la lucidità e le maggiori qualità tecniche che permettono di vincere il tie break (15-10) con un ace di Maruotti e il muro siderale, finale, di Horstink.