Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Procura ha aperto un fascicolo per atti relativi

INCHIESTA SULL'INFERNO IN A4

Il bilancio: 2 morti, 15 feriti e 120 mezzi coinvolti


TREVISO – (gp) Dopo la giornata d'inferno vissuta in A4 a causa della fitta nebbia che ha avvolto il Veneto, e che ha provocato una raffica di tamponamenti registrando due morti, 15 feriti gravi e 120 mezzi coinvolti tra auto e Tir, la Procura di Treviso ha aperto un'inchiesta sui fatti. Le carte relative ai sinistri che hanno portato al decesso del 55enne ingegnere milanese Alberto Fossati e del 50enne bresciano Claudio Lauriti, avvenuti rispettivamente a Monastier e a Roncade lungo la A4 in direzione Trieste a pochi chilometri di distanza l'uno dall'altro, sono finite sul tavolo del sostituto procuratore Giovanni Valmassoi che, come atto dovuto, ha aperto un fascicolo per atti relativi, il cosiddetto modello 45, senza iscrizioni nel registro degli indagati e senza ipotesi di reato. Con tutta probabilità però il caso sarà presto archiviato a causa della morte, in entrambi i casi, del reo, ovvero della persona che avrebbe provocato lo schianto che gli è poi costato la vita.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
08/02/2011 - Nebbia e incidenti, 2 morti