Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ha patteggiato Fabian Juzy, 48enne albanese

TRAFFICO DI COCAINA, 40 MESI

Arrestato con 3 kg di droga da un agente infiltrato


TREVISO – (gp) Era considerato uno degli spacciatori più attivi tra le province di Treviso e Pordenone. Finito in manette il 31 maggio del 2007, Fabian Juzy, 48enne albanese, ha patteggiato una pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti. Le forze dell'ordine lo tenevano d'occhio da tempo, tanto che sulle sue tracce si era messo anche un agente sotto copertura. Riuscito a contattare i canali di smercio del pusher albanese, il poliziotto aveva accertato che l'uomo era solito cedere settimanalmente cocaina anche al dettaglio a clienti fidati. Attraverso un controllo incrociato dei telefoni cellulari usati dall'albanese, a intercettazioni telefoniche e ad appostamenti, l'agente si era proposto come acquirente per una grossa partita di droga. L'appuntamento era fissato il 31 maggio a Cessalto. Dopo aver ricevuto come assaggio 1,6 grammi di polvere bianca, l'agente sotto copertura aveva dato il via libera all'acquisto: tre chili di polvere bianca per 136 mila euro. Al momento dello scambio scattò il blitz che portò all'arresto di Juzy. Alleggerita la misura di custodia cautelare in carcere agli arresti domiciliari, l'albanese si rese irreperibile. Si rifugiò infatti in Germania, dove però venne nuovamente arrestato dalla polizia tedesca e in seguito estradato per essere giudicato dal tribunale di Treviso che ne aveva chiesto il rinvio a giudizio.