Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Maniaco del gioco, voleva soldi per le macchinette

FRODE PER IL VIDEOPOKER

Fa ricaricare la carta prepagata e scappa


MONTEBELLUNA - (mz) Per procurarsi soldi da giocare ai videopoker, avrebbe raggirato due commercianti, appropriandosi di 500 euro con uno stratagemma. A.C., classe 1974, residente a Vedelago, lo scorso 6 dicembre entra in una tabaccheria di Cornuda: chiede di ricaricare la sua carta Postepay con 250 euro, poi, al momento di saldare, finge di scoprire di avere il portafoglio vuoto. “Vado subito a prelevare al bancomat qui vicino e torno”, dice al titolare, profondendosi in scuse. Vestito con eleganza e dalle buone maniere, l'esercente non sospetta di nulla e gli restituisce la tessera. Inutile dire che il giovane non si è più fatto vedere. Lo stesso “giochino”, lo ripete due giorni dopo ai danni di un bar di Maser. I negozianti hanno riconosciuto le foto mostrate loro dai Carabinieri di Montebelluna: il 26enne è già noto alle forze dell'ordine, l'ossessione per il gioco gli ha procurato precendenti per tuffa e appropriazione indebita, oltre ad averlo allontanato da famiglia e amici. Ora è stato denunciato anche per insolvenza fraudolenta, in stato di libertà, essendo al momento irreperibile. I militari della compagnia comandata da Nicola Fasciano hanno denunciato a piede libero pure un marocchino, F.X., del 1973: nella casa della compagna, un'italiana cinquantenne, a Giavera, nascondeva 40 grammi di hashish e due bilancini.