Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Gruppo Benetton: annuncio choc a villa Minelli

ADDIO A VOLLEY E BASKET

Resterà solo l'impegno nel mondo del rugby


TREVISO - (mz) Dopo trent'anni Benetton esce da basket e volley di vertice: entro il 30 giugno 2012, il gruppo di Ponzano non si farà più carico delle squadre professionistiche. A fissare la data lo stesso Gilberto Benetton: il fratello della famiglia trevigiana che da sempre ha seguito le attività sportive ha annunciato il disimpegno. “Dispiace molto, ma non torneremo indietro - ha ribadito -. Tutte le cose belle hanno un inizio e una fine”. Alla base della decisione, ha spiegato il patron, il venir meno di quelle motivazioni sociali che avevano spinto la dinastia trevigiana ad investire nei primi anni '80: allora l'obiettivo era offrire alla comunità trevigiana uno sport di alto livello di cui non aveva mai goduto. Poi con i grandi successi, questa esigenza è venuta meno, come dimostra il calo di pubblico al Palaverde. Di contro, pur mantenendo budget definiti medio-alti, altre società hanno monopolizzato le competizioni: “Finchè vincevamo non c'era l'aspetto sociale, ma almeno restava la soddisfazione – ha sottolineato Gilberto Benetton, non nascondendo di essersi da tempo disamorato -. Poi, pur spendendo, molti soldi non arrivavano nemmeno più risultati consoni al nostro nome”. Benetton continuerà a sostenere, oltre ai settori giovanili di pallacanestro e pallavolo, il rugby e tutta l'attività di base destinata ai ragazzi, i progetti con le scuole, la bibiblioteca “Stefano Benetton”. Anzi, si intende anche potenziare le iniziative di promozione sportiva e sociale alla Ghirada.

Le squadre, con i relativi diritti sportivi, verranno cedute, anche a titolo gratuito, ad imprenditori interessati. Il gruppo metterà a disposizione pure il Palaverde. Se alla scadenza nessuno si farà avanti, tuttavia le compagini spariranno.


Galleria fotograficaGalleria fotografica