Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato il 42enne di Martellago Vitale Maguolo

PROSTITUTA RAPINATA, 9 ANNI

L'uomo alla sbarra anche per stupro ed estorsione


TREVISO – (gp) Una condanna pesante quella inflitta a Vitale Maguolo, 42enne di Martellago, finito alla sbarra con le accuse di rapina, estorsione e violenza sessuale: 9 anni di reclusione, 4 mila euro di multa, interdizione perpetua dai pubblici uffici e un risarcimento danni da quantificare in sede civile. L'uomo era finito in manette lo scorso 23 aprile al termine di un blitz dei carabinieri di Treviso che avevano portato all'arresto di altri due suoi complici, il 38enne operatore ecologico di Zero Branco Matteo Tamai e il 28enne brasiliano Marco Molin, anche lui di Martellago e imputato per il solo reato di estorsione, che verranno entrambi giudicati con rito abbreviato in udienza preliminare. Era il 16 aprile dello scorso anno quando una prostituta cinese di 39 anni, che esercitava la professione nel suo appartamento di via Hemingway a Monastier, aveva fissato un appuntamento per un incontro erotico con Vitale Maguolo. La lucciola però non si aspettava che aprendo la porta potesse trovarsi di fronte due individui i quali, senza nemmeno aprir bocca e armati di taglierino, la violentarono entrambi e la rapinarono di 150 euro e dei documenti personali, tra cui il permesso di soggiorno, prima di legarla e andarsene. Terrorizzata, la cinese venne contattata qualche giorno dopo dagli stessi uomini, che secondo gli inquirenti la minacciarono di morte e le dissero di essere disposti a restituirle i documenti in cambio di 10 mila euro. Soltanto il coraggio della donna mise fine alla vicenda: la cinese raccontò tutto ai carabinieri di San Biagio di Callalta, i quali arrestarono i tre uomini in flagranza di reato, mentre si erano recati dalla donna a riscuotere il denaro.