Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giudizio immediato per il 43enne Giancarlo Zanetti

IN AULA PER TENTATO OMICIDIO

Voleva bruciare la madre per avere i soldi per la droga


VITTORIO VENETO – (gp) Aveva tentato di dare fuoco alla madre 75enne per avere soldi per comprarsi la droga. La Procura di Treviso, confermato il movente del gesto e avendo sufficienti prove a carico dell'uomo, ha chiesto e ottenuto che Giancarlo Zanetti, 43enne di Vittorio Veneto, venga processato con rito immediato. L'uomo, difeso dall'avvocato Alessandra Nava, dovrà rispondere del reato di tentato omicidio. I fatti risalgono al 22 dicembre scorso e si sono consumati in un appartamento di via Francesconi a Vittorio Veneto, nella frazione di Ceneda. I rapporti tra la madre e il figlio tossicodipendente da tempo erano tesi. L'uomo, uscito dal carcere qualche mese prima dopo aver scontato una condanna a 2 anni e 6 mesi per una tentata estorsione proprio ai danni della donna, voleva convincerla a vendere la casa per ottenere la sua parte di eredità. Era stato scarcerato grazie a uno sconto di pena e da allora, senza un lavoro e senza denaro per poter acquistare droga, aveva più volte minacciato l'anziana madre. Nella serata del 22 dicembre l'ennesimo litigio tra il 43enne, alterato dall'alcol, e la donna, costretta a rinchiudersi nella sua stanza. Giancarlo Zanetti era sceso nel magazzino, aveva preso una tanica di benzina e aveva poi sfondato la porta della stanza dove si era rifugiata la madre, cospargendola poi con il liquido infiammabile e minacciandola di darle fuoco se non gli avesse dato dei soldi. La 75enne riuscì a sfuggire al figlio scappando nell'appartamento di un vicino di casa che aveva subito avvertito i Carabinieri i quali, giunti sul posto, avevano stretto le manette ai polsi dell'uomo.


Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
24/12/2010 - Zanetti, feste in carcere
23/12/2010 - Tenta di uccidere la madre