Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 53enne palermitano non risponde al giudice

SCALIA RIMANE IN CARCERE

Considerato mafioso e affiliato agli Statuto di Bagheria


TREVISO – (gp) Ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere Giuseppe Scalia, 53enne palermitano considerato un esponente della famiglia mafiosa Statuto di Bagheria e coinvolto in un traffico internazionale di cocaina che dalla Colombia arrivava in Sicilia attraverso la Spagna e popi smerciata in Italia. L'uomo era stato arrestato mercoledì su ordinanza dei gip di Palermo e Trapani che indagano sul caso e che ha portato all'arresto di altre 12 persone in Sicilia, a Bari e a Napoli. Da tempo Scalia era seguito dagli agenti della squadra mobile: da Milano era giunto fino a Treviso al volante di una Peugeot che aveva posteggiato poi poco distante dalla stazione in un parcheggio a pagamento. Quando è stato fermato aveva documenti falsi con il nome fittizio di Vincenzo Crisenza e due telefoni cellulari. L'uomo, interrogato per rogatoria, rimane rinchiuso nel carcere di Santa Bona.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
01/03/2011 - Infiltrazioni mafiose?