Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"L'indipendenza della Magistratura ce la invidiano"

FOJADELLI BOCCIA LA RIFORMA

"E' la più alta forma di garanzia della democrazia"


TREVISO – (gp) Il decreto costituzionale di riforma della giustizia ha ottenuto il via libera del Consiglio dei Ministri. Eppure l'opposizione l'ha bocciato su tutta la linea e i diretti interessati, ovvero i magistrati, non sono stati da meno. Separazione della carriere, sdoppiamento del Consiglio Superiore della Magistratura, discrezionalità dell'azione penale e inappellabilità delle sentenze di assoluzione in primo grado sono i punti “forti” di una riforma che, secondo l'Associazione Nazionale Magistrati, non è affatto utile ai cittadini. Sulla stessa linea è anche il procuratore capo di Treviso Antonio Fojadelli che la condanna fortemente: “L'indipendenza della Magistratura nel nostro ordinamento ci è invidiata in tutto il mondo – afferma il procuratore – Separare i pm dai giudici significa avvicinare i primi alla politica e quindi renderli dipendenti da essa. Inoltre, non potendo più coordinare la polizia giudiziaria, inevitabilmente essa andrà sotto il controllo dell'amministrazionee dunque della politica. Questo non è un discorso né di destra né di sinistra – conclude Fojadelli – ma di etica e buon senso visto che la classe politica è unanime nel difendersi dai magistrati indipendenti: l'autonomia della Magistratura è la più alta forma di garanzia per la democrazia e l'uguaglianza dei cittadini”.