Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Patteggia 14 mesi di reclusione Roberto Trungadi

STALKER SI SCUSA IN AULA

L'impiegato 42enne aveva perseguitato un'insegnante


TREVISO – (gp) Alla sbarra per stalking, con la voce rotta dall'emozione ha chiesto scusa alla vittima e ha promesso di cambiare la propria residenza per evitare di incontrare ancora la donna di cui si era innamorato, accettando di essere giudicato colpevole e patteggiando un anno e due mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena. E' la vicenda che ha visto come protagonista il 42enne di origini calabresi Roberto Trungadi, difeso in aula dall'avvocato Roberto Nordio. L'impiegato residente a Treviso, dopo aver convissuto per qualche mese con un'insegnante 48enne di Mogliano Veneto, non era riuscito a rassegnarsi alla fine della loro storia. Da quel momento aveva cominciato a perseguitarla con chiamate, sms, pedinamenti e vere e proprie aggressioni. L'ultima era costata alla vedova ben 10 giorni di prognosi per lesioni ad un polso. Stanca dei soprusi la donna aveva sporto denuncia contro il suo ex nel maggio 2010, e la procura dispose per lui il divieto d'avvicinamento all'ex compagna e ai suoi figli, poi alleggerita in divieto di dimora nel comune di Mogliano. Ma la misura restrittiva non bastò a fermarlo, tanto che il 29 giugno del 2010 venne arrestato e messo ai domiciliari. Alleggerita ancora una vola la misura, confidando che l'uomo avesse capito lasciare la sua amata in pace, lui invece ci ricascò: è del 21 gennaio scorso il secondo arresto per stalking, e oggi, in aula, è arrivata anche la sentenza, con tanto di pentimento da parte dell'imputato.