Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ma Treviso sfiora la vittoria nei primi due set

NON BASTA IL CUORE SISLEY

Trento capolista si impone 3-0 al Palaverde


TREVISO - La Sisley dà battaglia, ma contro la corazzata Trento non c'è niente da fare: i campioni del mondo, dominatori del campionato (una sola sconfitta finora) rifilano un 3-0 ai trevigiani nell'undicesima giornata di ritorno. Punteggio fin troppo severo, però, nei confronti di Fei e compagni: al Palaverde viene issato il 33esimo stendardo, quello della vittoria in Coppa Cev, davanti ad un pubblico finalmente degno dell'occasione: 3.500 spettatori. Ed anche la Sisley vuole onorare il recente successo: nei primi due set  Treviso lotta fino ai vantaggi e dispone persino dei palloni per chiudere i parziali a proprio favore. A "salvare" Trento, oltre qualche errore dei padroni di casa  e un paio di decisioni arbitarli dubbie, sono gli ace di Stokr e di Juantorena. Ora, a due turni dal termine della stagione regolare, la classifica si fa delicata: con la vittoria per 3-2 su Castellana, Modena distanzia Treviso di due punti, al quarto posto. Per fortuna, San Giustino fa un favore alla squadra di Piazza, regolando 3-1 Monza, che così rimane a due lunghezze al sesto posto.

 

I parziali: 25-27, 27-29, 17-25.

1° set - Squadre in assetto base, Piazza che decide di partire con Horstink in banda assieme a Maruotti: molto nervosismo all'inizio specie in battuta (6-6), il primo allungo porta la firma di Bjelica che stampa un muro su Juantorena (10-7), ma Trento reagisce subito con capitan Kazyiski (10-10) e da lì si prosegue in equilibrio fino al turno di battuta del cubano, che regala il primo break ai trentini (16-18). Ancora il "cobra" a mordere, stavolta al servizio ed è parità a 18, poi il muro di Bontje su Sala ribalta la situazione (20-19) e l'ace di Fei fa volare la Sisley con un break di 5 a 1 (21-19). Itas attendista, aspetta l'errore altrui per rimettersi in pista: Maruotti sbaglia la pipe, un servizio out di Stokr chiamato dentro dal segnalinee segna il sorpasso trentino (21-22), super difesa Sisley su Birarelli e Maruotti si fa perdonare attaccando una palla ad alto quoziente di difficoltà (23-22), Kazyiski e Bontje sparano fuori dalla piazzola (24-24), ai vantaggi Juantorena è più freddo di Fei e chiude la pratica (25-27).

2° set - Horstink e una difesa solida tengono viva la fiamma: l'olandese continua a martellare assieme a Maruotti ed è trevigiano il primo allungo (8-5) ma l'Itas è sempre in agguato e l'ace di Raphael la avvicina (8-7). Ancora Horstink sugli scudi, con due missili in terra trentina ed il muro su Stokr che vale un altro sprint sul 12-9, ma le battute sbagliate su sponda Sisley e quelle efficaci dall'altra parte mantengono l'equilibrio (12-12): con un colpo di classe di Stokr l'Itas sorpassa al secondo riposino (15-16), i Piazza boys non ci stanno, correggono la ricezione e, sospinti dal solito Horstink, rimettono la testa avanti (17-16) ma Juantorena in battuta è chirurgico e mette in difficoltà la difesa orogranata. Birarelli mura Fei e due ace del cubano confezionano il controbreak di 5-0 per i trentini (17-21), entrano Kovar e Papi per puntellare la ricezione e dare la scossa, che arriva con la battuta di Bjelica e lo smash successivo di Fei (20-21): anche Trento ha i suoi black out, Raphael fa schiantare Kaziyski e Stokr sui muri di Fei ed Horstink e la Sisley costurisce una rimonta clamorosa (break di 7 a 2!) che la porta fino al set point ancora con Fei (24-23) nonostante altre sviste dei segnalinee. Fasi concitate, Maruotti si fa murare da Sala e si ritorna ai vantaggi, nel turbinio di emozioni non tremano le mani di Juantorena (27-27), che estrae dal cilindro due ace nel momento topico e porta l'Itas sullo 0-2 (27-29).

3° set - La tensione non si spezza così come l'equilibrio e la Sisley è sempre lì (5-5, 8-8) fino a quando Stokr non trova l'ace ed il diagonale del primo break Itas (8-11). Time out orogranata, è il momento di capitan Papi che rimpiazza Maruotti ma Trento sembra aver trovato la chiave di volta proprio col servizio di Stokr: gli uomini di Stoytchev scappano via con un 6-0 (8-14, ace di Stokr), entrano anche Marcelinho e Kovar e prorpio quest'ultimo blocca Sala con Bjelica che, nell'azione successiva, mette giù il primo tempo del potenziale rientro (12-15). L'Itas continua a macinare gioco ma la Sisley con la grinta resta in scia grazie alle invenzioni di Papi e Fei, che mura a uno Stokr (15-19): è un attimo, perchè Birarelli al centro non sbaglia e, sui successivi due ace in fila di Juantorena (15-23), i trentini mettono il sigillo sulla partita.

 

Le altre gare: Roma - Macerata 3-2, Cuneo - Verona 3-0, Vibo Valentia - Piacenza 3-0, Forlì - Latina 1-3,  Modena - Castellana Grotte 3-2, S. Giustino - Monza 3-1

 

La classifica: Trento 67, Cuneo 59, Macerata 47, Modena 42, Treviso 40, Monza 38, Verona 34, S. Giustino e Vibo Valentia 32, Roma 29, Piacenza e Latina 26, Castellana Grotte 23, Forlì 10.