Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Questione non dimenticata"

FADALTO, BOATO NELLA NOTTE

Alle 4.14, Zaia si interroga su rischio sismico


CONEGLIANO - “Quella dei boati del Fadalto è una questione non dimenticata, non trascurata nè derubricata come evento normale”. Lo ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia, interrogato dai giornalisti a margine dell’incontro odierno sulle problematiche dell’alluvione, svoltosi all’istituto “Cerletti” di Conegliano, in provincia di Treviso. “Il lavoro che sta svolgendo sul tema dei boati l’assessore Daniele Stival, assieme alla Protezione Civile regionale – ha aggiunto Zaia – è molto corretto: avvisare cittadini di quanto sta accadendo e di cosa si sta facendo; eseguire un monitoraggio delle case per capire la qualità gli edifici e dunque le possibili pericolosità per le famiglie, dire bene ai cittadini come stanno le cose senza fare allarmismi” “Sciami sismici di questa portata, secondo la letteratura, non sono preoccupanti – ha concluso Zaia – ma la stessa letteratura ci mette in guardia e ci dice che, nel tempo, il rischio di scosse esiste. Stanotte, alle 4,14, ne è stata registrata una, sia pure di bassissima intensità ma percepita. E’ un fatto che va colto come ulteriore occasione per fare una riflessione sul rischio sismico dei nostri territori”.