Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Manifestazione alle 19 in piazza dei Signori

IN PIAZZA CONTRO I RAID

Davanti alla Prefettura bandiere della Pace e striscioni


TREVISO - Partendo dal presupposto che la guerra contro la Libia sia la risposta piu’ sbagliata e pericolosa alla domanda di democrazia che si e’ affermata in tutto il Mediterraneo nel corso degli ultimi mesi, il movimento pacifista trevigiano si è dato appuntamento alle 19 in piazza dei Signori, di fronte alla prefettura, per manifestare contro i raid militari nel paese di Gheddafi. Un sit-in, al quale gli organizzatori hanno chiesto di partecipare con bandiere della pace e striscioni, per chiedere un immediato “cessate il fuoco” e consentire l’avvio di un negoziato tra le parti che abbia come interesse superiore quello della protezione delle popolazioni civili, con l’obiettivo di mantenere l’integrità e l’autonomia di quel Paese sotto un nuovo governo democratico. Obiettivo della manifestazione è che si apra anche un corridoio umanitario per consentire ai profughi di salvarsi dalla guerra e che vengano predisposti degli strumenti più adeguati per garantire ad essi un’accoglienza su tutto il territorio europeo. Il tam-tam su facebook è già iniziato tre giorni fa, nelle ore immediatamente successive al primo attacco aereo. L'appuntamento vuole coinvolgere l’opinione pubblica in una mobilitazione generale per i diritti umani, la democrazia e la pace.