Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Fermate dalla Polizia 12 prostitute

LUCCIOLA-SPOSA FERMATA

32enne albanese aveva sposato un trevigiano


TREVISO - (nc) Dopo aver sposato un trevigiano ed aver ottenuto così la cittadinanza italiana ha scelto la via della prostituzione, vendendo il proprio corpo sulle arterie del sesso della Provincia. La scorsa notte è finita anche lei, una 32enne albanese, nella rete dei controlli anti-prostituzione della Polizia e delle Polizie locali. In tutto dodici le lucciole rintracciate dagli agenti, sei nel territorio di Preganziol, altrettante a Villorba. Oltre alla donna pizzicata anche una connazionale, il cui permesso di soggiorno potrebbe venire revocato e ben dieci romene. Anche se comunitari per otto di loro potrebbe scattare il decreto di allontanamento: cinque giorni per lasciare il nostro paese e quindi l'arresto nel caso in cui venisse ritrovata a prostituirsi dalle forse dell'ordine. Il provvedimento è previsto all'articolo 21 dalla legge Bossi-Fini per le prostitute che non possono dimostrare di avere altri mezzi di sussistenza oltre al meretricio, sono senza fissa dimora o vengono trovate più volte a prostituirsi. Nel corso del controllo è stato pizzicato anche un cliente, un 22enne operaio romeno: il giovane è riuscito ad evitare per un soffio la multa. “Sono qui per caso avrebbe detto” agli agenti. Nuovi controlli proseguiranno nelle prossime nottate e si allargheranno anche ai Comuni di Spresiano, Mogliano e Ponte della Priula. Proprio nell'ultima riunione il sindaco di Villorba, Giacinto Bonan, aveva denunciato una recrudescenza del fenomeno. “Detto fatto -ha commentato il Questore, Carmine Damiano- l'attività condivisa in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica è stata subito attuata d'intesa con i sindaci dei Comuni di Preganziol e Villorba”.