Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il bilancio 2010 dell'Inps di Treviso

LA MARCA SOGNA LA PENSIONE

A riposo 20% in più. Crescono anche sostegni al reddito


TREVISO - (mz) Mini corsa dei trevigiani alla pensione: nel 2010, nella Marca, sono state presentate 3.859 domande di “quiescenza” per anzianità (ovvero da parte di chi ha maturato un numero sufficiente di anni di servizio), il 20% in più dell'anno prima. Cifre che si sommano alle 3.401 richieste per vecchiaia (chi ha raggiunto l'età limite), in aumento del 4,7%. E' il primo dato che emerge dal bilancio 2010 dell'Inps di Treviso: l'attività dell'istituto, però, si sta via via spostando dalle pensioni ai sostegni al reddito. A testimoniare il perdurare della crisi, la cassa integrazione ordinaria è in calo del 20%, ma di contro sono più che quadruplicati i cosiddetti “pagamenti diretti”, voce composta in prevalenza da cassa integrazione straordinaria e in deroga. Non a caso, crescono in doppia cifra anche le indennità di mobilità (più 68,7%) e il tfr erogati dall'ente previdenziale, in sostituzione delle aziende (più 71,6%). Le imprese trevigiane, tuttavia, sono in regola con i versamenti: su circa 260mila dichiarazioni di pagamento, nei dodici mesi scorsi non ne sono state onorate 23.802.

Ai nostri microfoni commenta i dati, il direttore provinciale dell'Inps, Antonio L'Arco.