Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Priorità anche tasse ed energia, nucleare compreso

INDUSTRIALI, ALTOLÀ AI POLITICI

Il presidente Vardanega: "Spettacolo deprimente"


TREVISO - (mz)  Politica, tasse, energia. Sono questi i fronti più caldi per gli industriali trevigiani, alle prese con le sfide poste dall'economia globale e dalla crisi. Il presidente di Unindustria Alessandro Vardanega, nelle ultime settimane, ha incontrato oltre 600 colleghi: ne ha tratto la determinazione degli imprenditori trevigiani di continuare ad essere protagonisti, ma anche la forte preoccupazione per alcuni fattori di debolezza di “un paese che non cresce e non riparte”. Prima fra tutte una politica definita “deprimente”, e che sembra “aver ormai perso il contatto con le reali necessità del paese”. Gli industriali della Marca chiedono riforme, in particolare per rendere più efficiente la macchina statale e ridurre gli sprechi. E per ridurre la pressione fiscale ritenuta troppo elevata in particolare sui redditi d'impresa e sul lavoro, “veri motori del benessere”. Due le strade per raggiungere questo obiettivo: spostare gradualmente la tassazione sulle imposte indirette sui consumi e rialzare le aliquote sulle rendite finanziarie. “L'attuale 12 per cento – nota Vardanega – può tranquillamente essere portato a livelli più elevate”. E infine da Unindustria sollecitano una nuova politica energetica: contro i rischi di una eccessiva dipendenza dall'estero, gli industriali puntano ad un mix di fonti, con investimenti nelle rinnovabili, ma anche nel nucleare. Istanze che gli imprenditori presenteranno anche ad Emma Marcegaglia, in occasione dell'assise generale del 7 maggio: l'incontro con la presidente nazionale, previsto per il 5 maggio, è stato per ora annullato, ma la numero uno di Confindustria sarà di certo presente all'assemblea annuale di Unindustria il 27 maggio. Ai nostri microfoni, il presidente di Unindustria Treviso, Alessandro Vardanega