Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Promossa da Venezia Ricerche e Treviso Tecnologia

ECCO LA "PATENTE" AMBIENTALE

Nasce Rieco, rete per valutare l'eco-compatibilità


TREVISO – (mz) Rispettare l'ambiente è una caratteristica sempre più determinante nel successo di un prodotto. Una nuova rete di strutture fornirà alle imprese la possibilità di valutare l’eco-compatibilità di un oggetto attraverso strumenti e metodologie apposite e lungo l’intero suo ciclo di vita: dalla sua progettazione, produzione e utilizzo fino a quando diventa un rifiuto. Il progetto, battezzato “R.I.Eco” (Rete Innovativa per la valutazione dell’ Eco-compatibilità dei prodotti) rappresenta uno dei primi poli in Italia creati in questo campo. A promuoverlo, il Consorzio Venezia Ricerche e Treviso Tecnologia, azienda speciale della Camera di commercio di Treviso, con il cofinanziamento della Regione Veneto I dati raccolti attraverso la ricerca applicata e indagini mirate forniranno una sintesi della situazione attuale e, al contempo, consentiranno alle imprese di intraprendere un percorso per l’ottimizzazione del ciclo di vita dei loro prodotti, grazie ad un incremento della loro intensità di utilizzo, la riduzione delle quantità di risorse necessarie per la produzione e una miglior gestione del loro smaltimento, in modo che l’impatto ambientale raggiunga il minor livello possibile. Non solo, il nuovo sistema offrirà supporto alle aziende per le certificazioni “verdi” e per gli adempimenti legati all'utilizzo di sostanze chimiche.