Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Valerio Chiozzi sulla sentenza della Cassazione

CHIOZZI: "SONO MOLTO PREOCCUPATO"

Il coordinatore dei giudici di pace: "Autovelox utili"


TREVISO – (gp) “La sentenza della Cassazione potrebbe liberare dei pericoli ed è necessario trovare una soluzione alternativa”. A parlare dopo la sentenza della Suprema Corte di Roma, che ha definito illegittimi gli autovelox lungo il Put e di fatto decretandone l'eliminazione, è il coordinatore dei giudici di pace di Treviso, il dottor Valerio Chiozzi, il quale ha detto di essere molto preoccupato per quanto stabilito dalla decisione dei giudici romani. Secondo Chiozzi il fatto di non poter utilizzare gli autovelox lungo l'anello esterno alle mura di Treviso significa mettere in pericolo l'incolumità degli automobilisti e inevitabilmente causare un aumento degli incidenti. Sul fronte delle multe però non cambia poi molto: chi ha già pagato non potrà chiedere la restituzione del denaro e per chi non ha presentato ricorso entro i 60 giorni stabiliti dalla legge non potrà farlo adesso. L'unico beneficio dalla sentenza della Cassazione lo potranno avere quelle 30 o 40 persone che hanno già fatto ricorso e che stavano attendendo la sentenza. Loro infatti non dovranno sborsare nemmeno un euro. Ai nostri microfoni le parole del coordinatore dei giudici di pace di Treviso, il dottor Valerio Chiozzi.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
06/04/2011 - Treviso, stop autovelox sul Put