Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Forze dell'ordine lo pattuglieranno costantemente

AUTOVELOX? SARANNO RIACCESI

Dispositivi "salvabili" lungo i tratti del Put rettilinei


TREVISO - Trasformare alcuni tratti rettilinei del Put come ad esempio viale Cairoli in strada urbana di scorrimento salvando così almeno un paio degli autovelox installati. E' questo l'accorgimento normativo allo studio dai vertici di Ca' Sugana e annunciato in Prefettura dall'assessore alla sicurezza Andrea De Checchi per evitare di dover spegnere per sempre i dispositivi come previsto dalla sentenza emessa della Cassazione della scorsa settimana. Ragguardevoli sarebbero le conseguenze per il bilancio del Comune di Treviso e per la sicurezza dell'anello che circonda la città. Già dallo scorso week end lungo il Put sono ricomparse le pattuglie della polizia locale munite di telelaser ma dai prossimi giorni il controllo diurno e notturno sarà garantito anche dalle altre forze dell'ordine. Il protocollo è stato definito durante il comitato di ordine e sicurezza pubblica che si è svolto in Prefettura. Una circonvallazione cittadina dunque “blindata”, in attesa di una definitiva soluzione al problema. Secco “no comment” di Aldo Adinolfi invece sugli attriti tra Lega Nord e Prefettura sulle polemiche dovute all'eventuale disponibilità di Treviso ad accogliere i profughi. “Non abbiamo avuto nessuna richiesta su profughi assegnati”: ha seccamente risposto il Prefetto. A margine dell'incontro di oggi sottoscritto anche un protocollo per l'avvio delle ronde a Preganziol.