Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Equitalia chiede un pignoramento da 33 mln di euro

MINI EVASIONE, MAXI SANZIONE

Giovanni Bruttocao non ha evaso 15 mln ma "solo" 2


TREVISO – (gp) Nel giorno in cui la Procura di Treviso ha accertato che Giovanni Bruttocao, il patron della Data Clinica, non ha evaso 15,7 milioni di euro ma come lui stesso aveva ammesso “soltanto” 2, arriva anche la richiesta di pignoramento presentata da Equitalia per un importo totale di 33 milioni di euro. La doppia faccia della vicenda che vede coinvolto l'imprenditore trevigiano appare controversa visto che i risultati delle indagini della Guardia di Finanza, coordinate dal sostituto procuratore Giovanni Valmassoi, hanno ridimensionato la posizione di Bruttocao il quale, tramite il suo legale, l'avvocato Loris Tosi, ha fatto sapere di voler restituire tutto il non versato tra Irpef. Irap, addizionali regionali e comunali e sanzioni varie. Ma l'ente di riscossione, di fronte al giudice Marica Loschi, ha presentato il conto: 33 milioni 201 mila 296 euro e 85 centesimi. In tribunale però non c'erano né Bruttocao né il suo legale, per cui l'udienza è stata rinviata a giugno per raccogliere la dichiarazione di terzi. Per il momento quindi nessun pignoramento esecutivo per i beni della “Area Medica”, altra società di cui Bruttocao risulta socio e rappresentante.