Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Equitalia chiede un pignoramento da 33 mln di euro

MINI EVASIONE, MAXI SANZIONE

Giovanni Bruttocao non ha evaso 15 mln ma "solo" 2


TREVISO – (gp) Nel giorno in cui la Procura di Treviso ha accertato che Giovanni Bruttocao, il patron della Data Clinica, non ha evaso 15,7 milioni di euro ma come lui stesso aveva ammesso “soltanto” 2, arriva anche la richiesta di pignoramento presentata da Equitalia per un importo totale di 33 milioni di euro. La doppia faccia della vicenda che vede coinvolto l'imprenditore trevigiano appare controversa visto che i risultati delle indagini della Guardia di Finanza, coordinate dal sostituto procuratore Giovanni Valmassoi, hanno ridimensionato la posizione di Bruttocao il quale, tramite il suo legale, l'avvocato Loris Tosi, ha fatto sapere di voler restituire tutto il non versato tra Irpef. Irap, addizionali regionali e comunali e sanzioni varie. Ma l'ente di riscossione, di fronte al giudice Marica Loschi, ha presentato il conto: 33 milioni 201 mila 296 euro e 85 centesimi. In tribunale però non c'erano né Bruttocao né il suo legale, per cui l'udienza è stata rinviata a giugno per raccogliere la dichiarazione di terzi. Per il momento quindi nessun pignoramento esecutivo per i beni della “Area Medica”, altra società di cui Bruttocao risulta socio e rappresentante.