Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Primo giorno utile per le conciliazioni in tribunale

PARTENZA... IN SORDINA

Soltanto tre le richieste presentate in segreteria


TREVISO - (gp) Di certo non si può parlare di un inizio col botto visto che il primo giorno utile per l'attività di mediazione garantita dall'ordine degli avvocati di Treviso ha registrato la presentazione di appena 3 richieste di conciliazione. Complici l'avvio della nuova pratica e la festa per il patrono di Treviso, il giorno di San Liberale non ha rispettato le attese in merito alla rivoluzione nel mondo della giustizia civile che ha reso obbligatoria la figura del conciliatore prima di arrivare di fronte a un giudice di pace e che riguarderà 4 mila cause all'anno, circa l'80% dei procedimenti. Affermare che si tratti di un flop sarebbe prematuro e ingiusto, considerato anche che la nuova legge, non vista in maniera del tutto positiva dagli avvocati, avrà bisogno di tempo per essere metabolizzata dai cittadini. La segreteria per presentare le domande, al piano terra del tribunale di Treviso, non è stata presa d'assalto ma un bilancio del servizio offerto dall'ordine degli avvocati, che aveva chiesto e ottenuto dal ministero il riconoscimento di “organismo della conciliazione”, dovrà essere tracciato tra qualche giorno. Rimane che comunque non è più possibile ricorrere di fronte a un giudice senza passare dalla nuova figura professionale esercitata dagli organismi abilitati. Nel caso in cui l'accordo non verrà raggiunto di fronte al conciliatore si potrà andare in tribunale alla “vecchia maniera”. Non si tratta di decidere se una parte ha ragione o torto, ma trovare un accordo che le soddisfi entrambe prima di passare alle vie legali. Il servizio però non è gratuito: subito verranno versati 40 euro per parte a titolo di avvio del procedimento, e poi, a seconda del grado della lite, si va da un minimo di 65 euro a un massimo di 9200 euro come compenso per il conciliatore. Un metodo che ha l'obiettivo di snellire i processi civili che ad oggi, parlando del secondo grado di giudizio, vedono fissate le udienze al 2018.


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
15/04/2011 - Mediazione: si parte il 27