Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'amante si riconosce sul web e denuncia il partner

VIDEO HARD MESSO IN RETE

Il volto di lei non era oscurato: assicuratore nei guai


TREVISO – (gp) Doveva essere un gioco tra partner, un modo per stuzzicare la loro vita sessuale. Ma, a differenza degli accordi presi, l'amante si è riconosciuta nel video hard caricato in rete e ha denunciato il compagno per violazione della privacy. Pamela F. infatti si è rivista durante il rapporto sessuale immortalato dalla telecamera, come aveva deciso di fare assieme al partner, ma il suo volto non era stato oscurato come aveva preteso con il risultato che mezzo mondo ha potuto ammirare le sue prestazioni. Nessun effetto mosaico che rendesse irriconoscibili i suoi tratti somatici insomma che ha spinto la donna a dire tutto ai carabinieri che hanno già provveduto a far rimuovere il video dal sito a luci rosse, anche se la duplicazione del filmato era già iniziata facendolo rimanere a disposizione degli internauti. Ora sarà la Procura a decidere se e quali saranno i reati commessi e l'eventuale responsabilità del compagno.