Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, argini erosi e franamenti

MUSON, VIA AI LAVORI

E' uno dei 249 interventi per i danni dell'alluvione


CASTELFRANCO - Il Muson dei Sassi ha retto fortunatamente la furia dell’alluvione del 31 ottobre–2 novembre scorsi e gli eccessi di pioggia dei mesi seguenti. I suoi argini, però, sono stati fiaccati dall’acqua, il cui ritirarsi a evidenziato erosioni e franamenti anche di grande rilevanza. Per questo, lungo il corso del torrente il Genio Civile di Padova ha attivato più cantieri per ripristinare e migliorare le condizioni delle difese idrauliche e delle arginature, così da evitare rischi in caso si ripetessero precipitazioni di significativa entità. Tra i lavori in questione figurano quelli avviati il 31 marzo scorso e tutt’ora in atto, per ripristinare il corpo arginale destro del Muson nel territorio del Comune di Castelfranco Veneto, a valle del ponte di Cà Rossa.“Siamo di fronte ad uno dei 249 interventi attivati in tutto il Veneto – ha ricordato il presidente della Regione Luca Zaia, commissario per il superamento dell’emergenza –per riportare le zone collassate a condizioni di sicurezza come o migliori di quelle antecedenti al disastro. Di questi cantieri, un centinaio risulta già concluso, altri 100 sono in corso a vari stati di completamento, mentre per i rimanenti si sta procedendo con i necessari adempimenti progettuali e di assegnazione dei lavori. Il nostro obiettivo prossimo venturo è tuttavia quello di rendere il Veneto più sicuro, realizzando finalmente interventi di prevenzione quali vasche di espansione o nuove canalizzazioni. Per questi è ormai pronto un piano di opere strategiche, sottoscritto dei maggiori esperti nazionali di idraulica”.

Galleria fotograficaGalleria fotografica