Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Tra i clienti un barista, un impiegato ed un macellaio

MONTELLO, MANETTE AL PUSHER

22enne albanese già arrestato: cocaina in auto


TREVISO - Furono arrestati lo scorso due aprile dalla Polizia nei pressi del casello di Milano Ghisolfa a Rho sull'A/4: in auto 109 grammi di cocaina, droga prelevata nel novarese e destinata allo spaccio nell'area del Montello. In carcere a San Vittore finirono due albanesi: il 22enne Denis Dauti residente a Crocetta del Montello ed un 21enne, Edgar Balabani, operaio in un'azienda edile di Cornuda e residente a Cavaso del Tomba. La squadra mobile di Treviso che da tempo seguiva i loro spostamenti furono costretti a portare l'auto, una Golf, presso un'officina dove era stata completamente smontata. La polvere bianca era stata trovata in un anfratto nascosto, impossibile da scoprire con una perquisizione sommaria. Il processo per direttissima portò al patteggiamento di Denis Dauti, condannato a scontare 2 anni, 10 mesi e 20 giorni con un'ammenda di circa 12mila euro. Il giudice del tribunale di Milano aveva concesso gli arresti domiciliari ma ora per lui, lo scorso 2 maggio, si sono riaperte le porte del carcere per decisione del gip del tribunale di Treviso. Le perquisizioni e le indagini della squadra mobile hanno portato a ricostruire la rete di acquirenti del pusher. Tra le decine di clienti, segnalati alla Prefettura c'è un barista, un operaio, un macellaio, un escavatorista ed un impiegato. Tutti hanno un'età compresa tra i 20 ed i 42 anni e risiedono nei comuni di Crocetta, Volpago, Caerano, Montebelluna, Trevignano e Volpago. La droga veniva venduta presso l'abitazione del 22enne, a Crocetta, e nelle vicinanze di bar e locali della zona del Montello.