Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato a 4 anni di carcere un 20enne ghanese

ABUSA DI UNA MINORENNE

Per il giudice non è stato un rapporto consensuale


ASOLO – (gp) Si erano conosciuti tramite amici comuni all'interno della comunità ghanese di Asolo. Come lei stessa aveva ammesso nel corso di un incidente probatorio, si era presentata a lui come maggiorenne, anche se in realtà di anni ne aveva meno di 14. Lui di anni ne aveva invece 20 al momento dei fatti (era la fine del 2010) e quando si erano conosciuti meglio aveva tentato delle avances nei confronti della ragazzina. Approcci un po' troppo spinti visto che nel momento clou la ragazza aveva deciso di tirarsi indietro ma il 20enne, secondo quanto denunciato in seguito dalla giovane, non ne voleva sapere di fermarsi e avrebbe continuato a metterle le mani addosso costringendola a un rapporto sessuale. Ad accorgersi quanto accaduto era stata la madre della piccola, che si era poi recata dai carabinieri per raccontare l'accaduto. Di fronte al gup Umberto Donà il giovane, oltre ad aver sottolineato che pensava che la ragazza fosse davvero maggiorenne, ha sostenuto che il rapporto fosse stato consensuale. Diversa invece la tesi del legale di parte civile, l'avvocato Sonia Rinaldo, secondo cui non si trattò di atti sessuali con una minore di 14 anni ma di una vera e propria violenza sessuale. Dello stesso avviso anche il giudice che ha condannato con rito abbreviato il ragazzo a quattro anni di carcere e al pagamento di una provvisionale immediatamente esecutiva di 30 mila euro. L'eventuale risarcimento danni verrà quantificato in sede civile.