Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato a 4 anni di carcere un 20enne ghanese

ABUSA DI UNA MINORENNE

Per il giudice non č stato un rapporto consensuale


ASOLO – (gp) Si erano conosciuti tramite amici comuni all'interno della comunità ghanese di Asolo. Come lei stessa aveva ammesso nel corso di un incidente probatorio, si era presentata a lui come maggiorenne, anche se in realtà di anni ne aveva meno di 14. Lui di anni ne aveva invece 20 al momento dei fatti (era la fine del 2010) e quando si erano conosciuti meglio aveva tentato delle avances nei confronti della ragazzina. Approcci un po' troppo spinti visto che nel momento clou la ragazza aveva deciso di tirarsi indietro ma il 20enne, secondo quanto denunciato in seguito dalla giovane, non ne voleva sapere di fermarsi e avrebbe continuato a metterle le mani addosso costringendola a un rapporto sessuale. Ad accorgersi quanto accaduto era stata la madre della piccola, che si era poi recata dai carabinieri per raccontare l'accaduto. Di fronte al gup Umberto Donà il giovane, oltre ad aver sottolineato che pensava che la ragazza fosse davvero maggiorenne, ha sostenuto che il rapporto fosse stato consensuale. Diversa invece la tesi del legale di parte civile, l'avvocato Sonia Rinaldo, secondo cui non si trattò di atti sessuali con una minore di 14 anni ma di una vera e propria violenza sessuale. Dello stesso avviso anche il giudice che ha condannato con rito abbreviato il ragazzo a quattro anni di carcere e al pagamento di una provvisionale immediatamente esecutiva di 30 mila euro. L'eventuale risarcimento danni verrà quantificato in sede civile.