Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra loro pellegrini a piedi, coristi, parroco centenario

11MILA DI MARCA PER IL PAPA

Fedeli di Treviso e Vittorio alla messa di Benedetto XVI


TREVISO/VITTORIO V.TO - Oltre undicimila fedeli dalla Marca al cospetto di Benedetto XVI. La visita pastorale del papa a Nordest ha da tempo mobilitato le diocesi di Treviso e Vittorio Veneto: ormai tutto è pronto per accogliere, sabato e domenica, il pontefici. Gli uffici della diocesi trevigiana  hanno distribuito quasi 8.400 pass per partecipare alla messa presieduta dal Santo Padre domenica mattina. A questi va aggiunto chi negli ultime due settimane ha prenotato l'accesso direttamente alla struttura centrale di Venezia. Oltre che con autobus e auto, i gruppi raggiungeranno il parco di San Giuliano, dove si svolgerà la cerimonia, in bicicletta, con pellegrinaggi a piedi e, da Meolo, persino in barca. Insieme al vescovo Gianfranco Agostino Gardin, 85 sacerdoti della diocesi concelebreranno la funzione, mentre un'altra ventina seguirà il rito insieme ai propri parrocchiani o ai gruppi di giovani. Tra loro anche don Armando Durigon, parroco di Caposile: il sacerdote compirà cento anni lunedì e, per questo, riceverà una speciale benedizione dal papa. Dalla comunità di San Tiziano prenderà parte alla messa un migliaio di persone (anche in questo caso, fatti salvi i "ritardatari" dell'ultima ora): la maggior parte arriverà a Mestre su 14 corriere, in partenza all'alba dalle varie località della Sinistra Piave e della Pedemontana. Tra i quasi 700 preti che affiancheranno il successore di Pietro durante la liturgia ci sarano anche il vescovo Corrado Pizziolo ed una trentina di sacerdoti della diocesi. I cantori della Cattadrale di Vittorio Veneto, invece, contribuiranno a formare il megacoro da oltre mille elementi che canterà durante la celebrazione.