Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, denunciato per simulazione di reato

INDEBITATO, INSCENA SUICIDIO

Sparisce per due giorni, poi confessa tutto alla moglie


SUSEGANA - Si era pesantemente indebitato a causa della crisi ma aveva cercato di garantire alla moglie 37enne e alle figlie di 2 e 5 anni una vita agiata. Non voleva però confessare alla compagna i suoi guai finanziari e aveva pensato si sparire, simulando un suicidio. Sarà denunciato per simulazione di reato un 41enne, piccolo artigiano edile di Susegana. L'uomo era scomparso da venerdì ed aveva lasciato alla moglie, casalinga, e alle due figlie un biglietto ciascuna, facendo presagire l'intento di togliersi la vita. In realtà il 41enne si era dato alla macchia, dormendo per due giorni, all'interno del furgone da lavoro con cui era sparito. Le forse dell'ordine hanno passato al setaccio i dintorni di Susegana fino a quando, domenica, l'artigiano è tornato a casa volontariamente per la gioia dei suoi famigliari. Si era deciso a confessare tutto: aveva inscenato il suicidio perché non aveva avuto il coraggio di raccontare alla moglie la verità. I debiti bancari e con i fornitori ammontavano ormai ad oltre 30mila euro e la sua attività che conta due operai dipendenti stava andando a rotoli. Per lui inevitabile una denuncia per procurato allarme.