Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, denunciato per simulazione di reato

INDEBITATO, INSCENA SUICIDIO

Sparisce per due giorni, poi confessa tutto alla moglie


SUSEGANA - Si era pesantemente indebitato a causa della crisi ma aveva cercato di garantire alla moglie 37enne e alle figlie di 2 e 5 anni una vita agiata. Non voleva però confessare alla compagna i suoi guai finanziari e aveva pensato si sparire, simulando un suicidio. Sarà denunciato per simulazione di reato un 41enne, piccolo artigiano edile di Susegana. L'uomo era scomparso da venerdì ed aveva lasciato alla moglie, casalinga, e alle due figlie un biglietto ciascuna, facendo presagire l'intento di togliersi la vita. In realtà il 41enne si era dato alla macchia, dormendo per due giorni, all'interno del furgone da lavoro con cui era sparito. Le forse dell'ordine hanno passato al setaccio i dintorni di Susegana fino a quando, domenica, l'artigiano è tornato a casa volontariamente per la gioia dei suoi famigliari. Si era deciso a confessare tutto: aveva inscenato il suicidio perché non aveva avuto il coraggio di raccontare alla moglie la verità. I debiti bancari e con i fornitori ammontavano ormai ad oltre 30mila euro e la sua attività che conta due operai dipendenti stava andando a rotoli. Per lui inevitabile una denuncia per procurato allarme.