Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannata a 4 anni la 25enne Maria Gaudino

GIOVANE, BELLA E FALSARIA

Accendeva libretti postali versandoci assegni fasulli


TREVISO – (gp) Giovane, bella e di professione falsaria. Questo quanto stabilito dal collegio del tribunale di Treviso che ha condannato a 4 anni di reclusione la 25enne napoletana Maria Gaudino, la quale dovrà anche risarcire la parte offesa, nel caso specifico la Unicredit Genertel di Trieste, con i 23.527 euro che si è intascata mettendo in atto il suo piano. La giovane, finita alla sbarra per riciclaggio, dal 28 novembre al 7 dicembre del 2007 aveva escogitato un metodo per assicurarsi denaro contante versando assegni contraffatti, 11 in tutto, su libretti postali accesi sotto falso nome. La ragazza presentava patenti e tessere sanitarie fasulle per certificare la propria identità, che in quei dieci giorni è cambiata 4 volte: da Maria Bonaventura ad Anna Alessandrini passando per Francesca Albertini e Antonietta Gasperini. Un meccanismo che le ha fruttato appunto oltre 23 mila euro ai danni degli uffici della Unicredit Genertel di Treviso e Casier, che ora la giovane sarà costretta a restituire.