Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alano di Piave, soccorso alpino al lavoro

SCOMPARSO, NESSUNA TRACCIA

Proseguono le ricerche del 67enne Giuseppe Zandonadi


ALANO DI PIAVE - (nc) Hanno dato esito negativo le ricerche di Giuseppe Zandonadi, 67 anni, residente a Vazzola, intraprese dal Soccorso alpino bellunese in seguito al ritrovamento dell'auto, che era stata noleggiata dall'uomo a novembre, individuata nei giorni scorsi dai carabinieri abbandonata sul monte Grappa vicino a una casera. Una cinquantina di persone, tra Soccorso alpino e Protezione civile, ha perlustrato un'ampia zona attorno alla località 'Al sas', dove è stata rinvenuta la Panda bianca, senza purtroppo poter far luce sulla scomparsa dell'uomo. L'auto, la cui presenza in quel luogo era stata segnalata da alcuni cacciatori già lo scorso autunno, era finita in una scarpata a lato della piazzola erbosa antistante l'edificio, probabilmente in seguito al tentativo di fare retromarcia sulla neve, presente a novembre nel giorno della sparizione. Da una prima analisi, Giuseppe Zandonadi, che si muoveva con una macchina presa a noleggio, in attesa della consegna di una vettura acquistata di recente, era uscito di casa di buona mattina il 3 novembre diretto ad Agordo, con l'intenzione di fare poi visita a una cugina, dalla quale non è mai arrivato. Perchè abbia deciso di dirigersi sul Grappa non si sa. Di sicuro ha percorso la strada che porta a malga Domador e ha proseguito per malga Val Dumela, per poi girare prima e concludere il suo tragitto alla casera 'Al sass'. Lì, con la fine della strada, ha quasi sicuramente provato a tornare indietro, finendo nella scarpata. Impossibilitato a muovere l'auto, è possibile abbia passato la notte al suo interno per cercare di spostarsi a piedi la mattina successiva.

Galleria fotograficaGalleria fotografica