Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Subì le violenze sessuali del nonno dal '90 al '92

RISARCITA DOPO VENT'ANNI

Eredi condannati a pagare la ragazza con 85 mila euro


TREVISO – (gp) Risarcita dopo quasi 20 anni per gli abusi sessuali subiti dal nonno. Un caso al limite dell'incredibile quello dell'odissea giudiziaria vissuta da una ragazza trevigiana rimasta segnata dalle violenze subite quando aveva appena 10 anni. La vicenda si è sviluppata tra il 1990 e il 1992. La bambina, che dopo la separazione dei genitori era andata a vivere con la madre presso l’abitazione dei nonni,  anziché trovare conforto e comprensione per la triste vicenda familiare rimase invece vittima di ripetuti abusi da parte del nonno. Il coraggio di raccontare tutto lo trovò dopo due anni di violenze. L'uomo, nell'ottobre del 1992, venne condannato a due anni e sei mesi di reclusione, ridotti in appello nel 1999 a un anno e sette mesi e passati in giudicato il 16 dicembre del 2000. Già nel 1992 il padre della minore ottenne un sequestro conservativo sulla casa del nonno a garanzia del risarcimento danni,  ma il successivo giudizio venne sospeso in attesa della definizione della vicenda penale. La vittima diventò nel frattempo maggiorenne e, visto che si era estinto per inattività il primo giudizio avviato dal padre, ripresentò in proprio l’azione civile ottenendo un nuovo sequestro a gennaio 2003. La causa di merito ha richiesto altri 8 anni per vedere la definizione in primo grado. Il nonno, che aveva sempre resistito alla domanda, venne a mancare nel 2009, ma la giovane vittima si è vista negare ogni risarcimento anche dagli eredi del condannato, ossia dai propri zii e dalla propria madre. La sentenza del giudice ha messo finalmente un primo punto fermo nella vicenda,  riconoscendo alla ragazza un risarcimento di 50.000 euro, a cui si aggiungono la rivalutazione e gli interessi per un totale di 84.000. Dopo vent'anni dai fatti la giovane ha vinto la sua prima battaglia sperando che, in caso d'appello, non ne servano altrettanti per avere definitivamente giustizia.