Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Immortalato in un video mentre lanciava la bombola

L'ATTENTATORE ╚ UNO SOLO

Le immagini spedite al Ris di Parma con il biglietto


VAZZOLA – (gp) Ormai non ci sono più dubbi: la vicenda dell'attentato all'ex hotel Bernardi a Vazzola ha un solo responsabile. La Procura di Treviso, pur ridimensionando la gravità dell'accaduto in merito al grado di pericolosità del gesto, ha in mano un video che ne incastra l'autore e le immagini parlano chiaro: ha agito da solo. Su di lui, che al momento rimane senza nome, pendono le accuse di danneggiamento e minacce aggravate. A questi reati gli inquirenti potrebbero anche contestare l'aggravante dell'odio razziale. A dare un volto a quelle immagini sgranate ci penseranno gli esperti del Ris di Parma ai quali sono già stati spediti i frame che ritraggono l'uomo scgliare la bombola di gas, vuota e praticamente inerte, contro la struttura che sarebbe stata destinata all'accoglimento di alcuni profughi provenienti dalla Libia. A destare interesse in questa fase d'indagine è anche il biglietto “allegato” alla bombola che ha mandato in frantumi la vetrata dell'albergo: gli inquirenti infatti hanno deciso di sottoporre quel biglietto, su cui c'era scritto “tieni di più ai profughi o alla tua famiglia?”, a una comparazione grafica per inchiodare la mano che l'ha scritta, che molto probabilmente è anche quella che poi ha compiuto l'atto intimidatorio.