Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato il 40enne marocchino Leoucine Essiya

MOLESTA UNA FILIPPINA, 2 ANNI

L'aggressione a gennaio alla stazione delle corriere


TREVISO – (gp) Di certo non si è trattato di un episodio piacevole, ma la gravità del fatto è stata ridimensionata in aula tanto da portare a una condanna tutto sommato lieve, al limite del minimo della pena. Alla sbarra per violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale, il 40enne marocchino Leoucine Essiya, residente assieme al fratello a Preganziol, se l'è cavata con due anni di reclusione ottenendo anche la modifica della misura di custodia cautelare dal carcere agli arresti domiciliari. L'uomo era in galera dallo scorso 11 gennaio dopo che s era reso protagoista di un agguato sessuale ai danni di una 33enne filippina. Erano le 20.20: la donna, presso la stazione delle corriere “La Marca” in pieno centro a Treviso, stava comprando le sigarette al distributore automatico quando il marocchino cercò di violentarla, prima palpeggiandola nelle parti intime e poi bloccandola mentre la teneva per un braccio e le tirava i capelli. La 33enne venne sorpresa alle spalle dal magrebino, e terrorizzata non riuscì subito a divincolarsi dalla morsa. Provvidenziale fu il passaggio di una volante della Polizia: l'aggressore, visti i lampeggianti, entrò in una corriera in partenza per Venezia e si dileguò. La filippina, sotto choc, raccontò agli agenti quanto le era appena accaduto e loro, qualche minuto più tardi, fermarono la corriera a Frescada. Il marocchino, pregiudicato per gli stessi reati, per cercare di sottrarsi all'arresto aveva anche cercato di colpire i poliziotti.